Il premio Scanno

Il Premio Scanno nasce per iniziativa di Riccardo Tanturri de Horatio, professore universitario di Lingua e Letteratura Italiana, scrittore, poeta, e giornalista.

Laureato in Letteratura, Giurisprudenza e Scienze Politiche, inizia giovanissimo la carriera universitaria con la cattedra in Storia delle Dottrine Politiche.

Nel 1972 diventa presidente della locale Azienda di Soggiorno e Turismo di Scanno e da allora si dedica a promuovere l’immagine del piccolo centro, fino a farlo diventare famoso in Europa e nel mondo.

La prima edizione del Premio vede vincitrice per la narra tiva Susanna Agnelli con “Vestivamo alla marinara” . Per le suggestive viuzze del paese, anno dopo anno, si vedono passeggiare Mario Soldati e Dominique Fernandez, Luciano De Crescenzo, Gesualdo Bufalino, Saul Bellow e Banana Yoshimoto, Mario Vargas Llosa, Gore Vidal, Paul Anthony Samuelson, John Kenneth Galbraith, Franco Modigliani, Dominick Salvatore, Carlo Sgorlon, Franco Cardini, Jeremy Rifkin, Alberto Bevilacqua, Vandana Shiva e Dominique Lapierre.

Inizialmente voluto come riconoscimento letterario, presto moltiplica le sezioni fino ad arrivare ad essere un importante premio multidisciplinare del panorama culturale italiano. 

Le sezioni spaziano dalla Letteratura al Diritto, dall’Economia alla Sociologia, dall’Ecologia alla Medicina, dall’Alimentazione ai Valori e dalle Tradizioni Popolari alla Musica, alla Sociologia. 

Le Giurie del Premio Scanno sono sempre presiedute da intellettuali di chiara fama: critici letterari, giornalisti, rettori e docenti universitari. 

Sostenuto dalle principali Istituzioni abruzzesi e da numerose aziende pubbliche e private, il Premio Scanno vanta un albo d’oro di prestigio e la sua importanza crescente è testimoniata dall’imponente partecipazione delle maggiori case editrici, dall’attenzione con cui la stampa e la televisione hanno seguito le varie edizioni e dallo straordinario pubblico che ogni anno partecipa.

Il fine della manifestazione, oltre all’assegnazione di riconoscimenti, è quello di approfondire con continuità temi di grande rilevanza e attualità.

Per questo, ogni anno, vengono promossi importanti momenti culturali quali Convegni, Tavole Rotonde, Mostre ed altri eventi.

Dopo la morte del Prof. Tanturri, l ’obiettivo del nuovo Presidente, è il coronamento dell’originario desiderio del fondatore di valorizzazione della sua terra d’origine, sia da un punto di vista culturale che turistico ed economico.