Carlo Sgorlon

Vincitore del Premio Scanno per la Letteratura

Carlo Sgorlon(Cassacco, 26/07/1930) È un’illustre scrittore italiano.

Ha pubblicato una ventina tra romanzi e volumi di racconti e vinto oltre quaranta premi letterari, tra cui due volte il Supercampiello (con Il trono di legno e con La conchiglia di Anataj), unico tra gli scrittori italiani viventi, e lo Strega (con L'armata dei fiumi perduti).

Narratore di razza, epico e contro corrente, con l’insieme dei suoi libri ha scritto una vera epopea della terra friulana con i suoi miti, le sue leggende e la sua religiosità, oltre a essersi occupato delle guerre mondiali, del dramma delle foibe, delle storie degli emigrati e delle difficili convivenze tre le varie etnie linguistiche.

È stato insignito del Premio Scanno, sezione Letteratura, per Il velo di Maya (2006), definito dalla giuria un ritorno alla tradizione dove si fondono con maestria musica, eros e filosofia.

Giuseppe Tesauro

Vincitore del Premio Scanno per l'Economia

Giuseppe Tesauro(Napoli, 15/11/ 1942) È un professore universitario e giudice costituzionale.

Autore di vari manuali di diritto internazionale, ha concentrato la sua produzione scientifica sul diritto comunitario, occupandosi della tutela giurisdizionale dei singoli nel sistema comunitario e dei limiti dell'intervento pubblico nell'economia derivanti dalla disciplina comunitaria della concorrenza.

Dal 1 gennaio 1998 è Presidente dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e nel 2005 è stato nominato, dal presidente della Repubblica Ciampi, alla Corte costituzionale.

Chiara Castellani

Vincitore del Premio Scanno per la Medicina

Chiara Castellani(Parma, 23/11/1956) È un medico italiano. Specializzatasi in ginecologia e ostetricia, parte per il Nicaragua e diventa, per necessità, chirurgo di guerra.

Terminata, nel 1990, la missione in America Latina, si trasferisce in Africa e si impegna nelle emergenze sanitarie come l'epidemia di ebola e il diffondersi della tubercolosi e dell'Aids.

Insignita del grado di Alto Ufficiale della Repubblica, attualmente è una missionaria laica presso l'ospedale di Kimbau, nella Repubblica Democratica del Congo.

Le sue esperienze sono raccontate nel libro Una lampadina per Kimbau.

Gianfranca Ranisio

Vincitore del Premio Scanno per l'Antropologia e Tradizioni Popolari

Gianfranca RanisioÈ docente di Antropologia Culturale presso l'Università di Napoli "Federico II".

Si è occupata di pratiche, rituali e forme di devozione popolare, soprattutto nell'Italia meridionale.

Ha indagato il significato simbolico e le rappresentazioni che accompagnano le tappe della vita femminile e in particolare ha studiato la scena antropologica del parto, facendone emergere pratiche e codici culturali.

Tra i suoi libri: Lo Spazio Sacro (1978); Il Paradiso folklorico. San Giuseppe nella tradizione popolare meridionale (1981); Il lupo mannaro. L'uomo, il lupo, il racconto (1984); Venire al mondo. Credenze, pratiche e rituali del parto (1996) e La città e il suo racconto (2003).

Leggi tutto...

Laura Balbo

Vincitore del Premio Scanno per la Sociologia

Laura Balbo(Padova, novembre 1933) Sociologa e politica italiana.

Docente presso l'Università di Padova, si occupa di sociologia politica e di studi sullo stato sociale.

In particolare, ha compiuto ricerche sui processi della razzializzazione/etnicizzazione della società europea in previsione di un futuro mescolamento delle razze.

Tra le sue pubblicazioni: I razzismi (con L. Manconi) e I razzismi reali (con L. Manconi). Presidente dell'International Association for the Study of Racism e di Italia-Razzismo, ha ricoperto ruoli parlamentari e, dal 1998 al 2000, è stata Ministra per le Pari Opportunità.