LUIGI GIAMPAOLINO

(vincitore della XL edizione del Premio Scanno per l’Economia)

Il Presidente Luigi Giampaolino è nato nel 1938 a Pomigliano d’Arco. Entra a far parte della magistratura della Corte nel 1968 proveniente dalla magistratura ordinaria dove ha svolto dal 1964 al 1968 le funzioni di pretore e di giudice di tribunale di Paola (CS). E’ stato vincitore nel 1969 del concorso di sostituto avvocato dello Stato e destinato all’Avvocatura Distrettuale di Brescia. 
É Presidente di Sezione della Corte dei Conti dal 1999 e fino al 1 luglio 2010 ha ricoperto l’incarico di Presidente dell’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici di lavori, servizi e forniture. Ha svolto le funzioni di Presidente della Sezione Giurisdizionale della Puglia e di Presidente della Sezione Giurisdizionale della Lombardia della Corte dei Conti.

Nell'ambito della Magistratura contabile ha svolto le proprie funzioni: Consigliere delegato al controllo del Ministero del Tesoro, presso le Sezioni Riunite della Corte dei Conti, la I Sezione Centrale di Appello, la Prima Sezione Giurisdizionale per le materie di contabilità ed inoltre alla Procura Generale. Il Presidente Giampaolino è stato anche titolare delle funzioni di magistrato addetto al controllo dell'IRI, dell'ENAV, dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e della CONSIP. Insignito dell’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce al merito della Repubblica, Giampaolino ha ricoperto numerosi incarichi istituzionali: Componente dell'Autorità di vigilanza sui contratti pubblici di lavori servizi e forniture dall'agosto 2004, Presidente dall'aprile 2007, Capo di Gabinetto del Ministero delle Attività Produttive dal settembre 2002 all'agosto 2004, Capo dell'Ufficio Legislativo del Ministero dell'Industria del Commercio e dell'Artigianato ora Ministero delle Attività Produttive dal 1998 al 2002, Capo di Gabinetto del Ministero dei Lavori Pubblici nel 1996, Capo Ufficio Legislativo del Ministro dei Lavori Pubblici dal 1992 al 1994, Capo dell'Ufficio Legislativo del Ministro del Commercio con l'Estero dal 1991 al 1992, Capo dell'Ufficio Legislativo del Ministro per il coordinamento per la protezione civile fino all'aprile 1991, Capo servizio coordinamento giuridico e legislativo del Ministro per il coordinamento delle Politiche Comunitarie, fino al 1981. E’ autore di numerose pubblicazioni in tema di controllo e giurisdizione della Corte dei conti, con particolare riferimento ai temi della responsabilità amministrativa dei funzionari e amministratori pubblici e di varie pubblicazioni in tema di lavori pubblici, diritto penale, contabilità di Stato. Tra le più importanti: “Le più recenti innovazioni in tema di responsabilità amministrativa” 1998; “Procedimenti amministrativi e responsabilità”, 1997; “La disciplina antimafia e le società per azioni a partecipazione pubblica concessionarie di opere pubbliche o di pubblici servizi”, in Rassegna dei lavori pubblici, 1990.

MENZIONE:

“Luigi Giampaolino, attualmente Primo Presidente della Corte dei Conti, presenta un emblematico percorso sul fronte delle responsabilità istituzionali. Tutto ciò trova un riscontro immediato, una pregnante testimonianza, ricordando la sua opera quale Presidente dell’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici di lavori, servizi e forniture. Bisogna, inoltre, sottolineare che le sue funzioni di Capo di Gabinetto e dell’Ufficio Legislativo del Ministero delle Attività produttive, la sua attività presso il Ministero dei Lavori pubblici, il Ministero delle Finanze e quello del Commercio con l’Estero lo hanno reso sempre partecipe di momenti fondamentali della vita economica e sociale del nostro Paese. Le sue funzioni giurisdizionali sia nella magistratura ordinaria, sia in quella contabile ne delineano un percorso di alta professionalità, di competenza e di coscienza scientifica, come i suoi scritti ben testimoniano. Luigi Giampaolino risulta in definitiva una figura di alto riferimento nel nostro Paese in un quadro di coerenza istituzionale e di etica dei comportamenti. Gli viene assegnato nell’anno 2012 il premio Scanno, sezione Economia”.