Nicola Sani

(vincitore della XLI edizione del Premio Scanno per la Musica)

E' nato aFerrara nel 1961. Ha studiato composizione con Domenico Guaccero, perfezionandosi con Karlheinz Stockhausen e composizione musicale elettronica con Giorgio Nottoli. Ha scritto opere di teatro musicale e per la danza, composizioni per orchestra e da camera, opere multimediali eseguite e diffuse in tutto il mondo. Ha collaborato con importanti artisti dell'area video e delle arti elettroniche, tra cui Mario Sasso, NamJunePaik, Fabrizio Plessi, Studio Azzurro, David Ryan. In campo cinematografico e per le proprie realizzazioni di teatro musicale ha collaborato, tra gli altri, con Michelangelo Antonioni, Daniele Abbado, Roberto Andò, Erri De Luca, David Ryan, Laura Balis e Cinzia Romiti, Kiko Stella, Albertina Archibugi, Lucio Gregoretti, Franco Ripa di Meana, Ugo Gregoretti, Federico Tiezzi, Pamela Hunter, Gianni Carluccio, Beppe Gaudino, Francesco Esposito, I Teatri del Vento.

 

Ha ottenuto numerose commissioni, premi e riconoscimenti internazionali tra cui: Command de l'Etat del Governo Francese, Golden Nica-Prix Ars Electronica-Linz, Primo premio Tokyo-Montreux Film Festival, Premio Erato Farnesina–Ministero degli Affari Esteri, Premio Guggenheim, Laser d'Oro Festival di Locarno, menzione speciale della giuria al Prix Italia, Premio Internazionale "Giuseppe Verdi" alla carriera. Nel 2011 gli è stata attribuita dal Ministro della Cultura Francese l'onorificenza di "Cavaliere dell'Ordine delle Arti e delle Lettere". Nel 2013 il BritishCouncil gli ha conferito il prestigioso "New ConnectionsRecognition Award" per il suo determinante contributo alla conoscenza della musica britannica nel nostro Paese e allo sviluppo dei rapporti tra la nuova scena musicale italiana e del Regno Unito.

Dal 2014 Nicola Sani è Consigliere della Fondazione "Archivio Luigi Nono" di Venezia.

Dall'aprile 2011 Nicola Sani è consulente artistico del Teatro Comunale di Bologna.

Dall'ottobre del 2004 a maggio 2014 è stato Presidente della "Fondazione Isabella Scelsi" di Roma, erede universale del lascito culturale di Giacinto Scelsi. Dal 2006 al 2009 è stato consigliere d'amministrazione e direttore artistico del Teatro dell'Opera di Roma, nonché membro del boarddi Opera-Europa, associazione con sede a Bruxelles che riunisce i maggiori teatri d'opera europei. E' inoltre membro del Consiglio Artistico della IUC – Istituzione Universitaria dei Concerti - di Roma.

E' stato responsabile del Settore Musica del Festival di Arte Elettronica di Camerino, curatore della Sezione Arte Elettronica del RomaEuropa Festival e direttore artistico del Festival Internazionale di Nuova Musica da Camera "Emergenze" di Roma.

E' inoltre ideatore e direttore artistico del Progetto "SONORA", sostenuto dal Ministero degli Affari Esteri, per la promozione e la diffusione della Nuova Musica Italiana all'estero.

Svolge un'intensa attività pubblicistica e di divulgazione in campo musicale: ha collaborato a lungo con RAISAT e RADIO3-RAI, è membro del comitato di redazione della rivista di musicologia Musica/Realtà, ha pubblicato numerosi articoli e saggi di carattere musicologico e critico su giornali e riviste specializzate in Italia e all'estero. È autore (con Francesco Galante) del libro "Musica Espansa" pubblicato dalle Edizioni Ricordi-Lim, per la collana "Le Sfere". Numerose le sue pubblicazioni su CD e DVD per Stradivarius, Agorà, Warner Fonit, Wergo, Mnemosine, Limen, Musicaimmagine, Taukay, Vdm, Tactus, Medusa, Tactus.

Il catalogo delle sue opere è pubblicato dalle Edizioni SuviniZerboni - Milano.

Menzione

Nicola Sani è una delle figure più interessanti e significative nel panorama attuale della musica a livello internazionale, sia per la sua creatività progettuale, sia per i suoi molteplici interessi musicali e culturali sia infine per la sua azione dinamica e propulsiva in diversi ambiti della musica e della cultura in generale. Nel settore dell'organizzazione musicale – è stato ed è tuttora o presidente o direttore artistico di prestigiose istituzioni musicali italiane ed europee – ha sempre mirato al potenziamento e alla diffusione della musica in quanto linguaggio universale, senza barriere culturali e senza confini ideologici. Particolarmente incisiva e innovativa è stata la sua azione come presidente della Fondazione Isabella Scelsi, come direttore artistico del Teatro dell'Opera di Roma e come consulente artistico del Teatro Comunale di Bologna. Molto importante è stata anche la sua azione in favore della musica italiana in quanto componente del Comitato artistico di varie istituzioni musicali europee.

Come compositore si è dedicato principalmente al teatro musicale, alla danza, alla musica sinfonica e cameristica e alla musica elettronica e multimediale e la sua musica è stata eseguita nei più importanti Festival internazionali.

Ha tenuto conferenze e seminari nelle più prestigiose università europee e statunitensi. Ha pubblicato articoli in varie riviste italiane e straniere e ha dato alle stampe due importanti volumi: Informatica: Musica/Industria nel 1983 e Musica espansa: percorsi elettroacustici di fine Millennio (Milano, Ricordi 2000).

Ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti internazionali tra i quali la nomina a "Chevalier de l'Ordre des Arts et des Lettres" da parte del Ministro della Cultura francese nel 2011 e il premio "New Connections Award" da parte del British Council.